venerdì 26 maggio 2017

Oggi come ieri la rivoluzione verde passa per CRISPiERo

di Sergio Salvi 

                         Crispiero, nel comune di Castelraimondo (Marche), paese natale di Nazareno Strampelli (www.valledelpensare.it)

Se facciamo una ricerca sul database PubMed  (qui) inserendo “GMO” (acronimo di Genetically Modified Organism) come parola chiave nel titolo, troviamo 207 lavori, il più vecchio dei quali pubblicato nel 1992. Se invece digitiamo “CRISPR” (che sta per Clustered Regularly Interspaced Short Palindromic Repeats) ne troviamo 2742, il primo dei quali risalente appena al 2005.

mercoledì 24 maggio 2017

Contro il glyphosate campagne da disinformazione


di Alberto Guidorzi e Luigi Mariani

Campagna anti-Glyphosate

     
UNA RACCOLTA DI FIRME
Qui di seguito riportiamo la mail di wemove.eu con cui si lancia una campagna di raccolta di firme contro il Glyphosate e la Monsanto.

domenica 21 maggio 2017

Chef stellati, flambè

di Luigi Mariani

Il mito dei grandi chef è uno dei tanti frutti marci di Expo

Non ho mai avuto il culto delle eccellenze, forse perché vittima della propaganda negativa di Bracardi-Catenacci che ad Alto Gradimento infarciva i racconti del suo io narrante Catenacci di frasi del tipo "Ecellensa il duce dell'Italia fasista". E non sopporto neppure gli chef che parlano di cucina in TV, e ciò perché non posso scordare il giudizio tagliente che di simili personaggi diede oltre duemila anni orsono Lucio Giunio Moderato Columella, il quale nell'incipit al suo immortale de re rustica lamentava il fatto che a Roma, all’epoca di Cristo, vi fossero scuole che lui definiva “officine di spregiatissimi vizi” e che erano dedicate ai più ghiotti condimenti dei cibi ed ai banchetti di lusso, alla retorica ed alle acconciature. Ciò mentre mancavano del tutto le scuole di agricoltura, arte senza la quale queste discipline di bassissima lega non avrebbero in alcun modo potuto esistere.

giovedì 18 maggio 2017

L' olio di Puerto Madryn - (Patagonia- Argentina)

di Victor Tomaselli e Francesco Marino


Oliveto (Puerto Madryn ) - sotto la  neve - Agosto
L’Argentina, situata nella parte meridionale del Sud America ha una superficie di 2.8 milioni di km² (circa 9 volte l’Italia), è il più esteso  paese di lingua spagnola del mondo. A causa dell’ampiezza nella latitudine e nei rilievi, l’ Argentina è soggetta a una grande varietà di climi. Di norma, il clima è prevalentemente temperato, con estremi che vanno dal subtropicale al nord al subpolare nell’estremo sud. Le regioni meridionali hanno estati fresche e inverni freddi con forti nevicate. L’Argentina è uno dei primi paesi al mondo per produzioni agricole: frumento, mais, soia e per l’allevamento del bestiame: bovini e ovini.
La coltivazione dell’olivo solo nell’ultimo decennio è interessata da una notevole espansione, grazie a politiche del governo argentino indirizzate al settore olivicolo.

martedì 16 maggio 2017

La nuova legge sul biologico: qualcuno sa dirci dove sta di casa l' interesse nazionale?

di Luigi Mariani

Riassunto
Il Senato della repubblica italiana ha approvato il disegno di legge sullo sviluppo e la competitività della produzione agricola ed agroalimentare con metodo biologico nel quale fra l’altro si afferma che l’agricoltura biologica è un’attività di interesse nazionale con funzione sociale, in quanto attività economica basata, tra l'altro, sulla qualità dei prodotti, sulla sicurezza alimentare, sul benessere degli animali e sulla riduzione delle emissioni inquinanti. L’articolo evidenzia quanto di errato vi è in tale affermazione, concludendo che con questa operazione demagogica non si sta facendo l’interesse dell’ambiente, del consumatore e dell’economia nazionale e, in sintesi non si sta facendo l’interesse nazionale.


Abstract The Senate of the Italian Republic approved the draft law on the development and competitiveness of organic farming which, among other things, states that organic farming is an activity of national interest due to its social function and objectives like food quality and safety, animal welfare and reduction of pollutant emissions.
This paper highlights what is wrong in this statement, concluding that with this demagogic operation, the environment, the consumer and the national economy are not protected and in summary, the national interest is not made.


venerdì 12 maggio 2017

Se anche nei cimiteri si coltiva biologico!

 di  Francesco Marino

Cimitero Todmorden


Combattere la fame nel mondo? Come non averci pensato prima...! Nella città di Todmorden nella contea del West Yorkshire in Gran Bretagna i cittadini hanno avuto una l' idea a dir poco “geniale” per avvicinare le persone al mondo agricolo e per abbellire la città: coltivare l'orto negli spazi pubblici della città.

martedì 9 maggio 2017

Te le do io le chiavi della città...Obama a Milano


di Luigi Mariani

Riassunto
La visita di Barak Obama a Milano è la cartina di tornasole che illustra alcuni dei nostri più inveterati difetti nazionali: provincialismo e assenza di senso dello stato. Non si può infatti spiegare diversamente l'accoglienza da divo holliwoodiano riservata a colui che ha leso i nostri interessi nazionali in teatri come Libia, Egitto e Siria, con decisioni di cui ancor oggi stiamo pagando le conseguenze (es: emergenza rifugiati).

Abstract The visit of Barak Obama to Milan shows some of the most inveterate national flaws: provincialism and lack of attention to the National interest. It can not in fact be explained differently the enthusiastic reception reserved for the one who has harmed our National interests in areas like Libya, Egypt and Syria with decisions that still have negative effects for Italy (e.g. emergency of refugees).


lunedì 8 maggio 2017

I « BOBO » - “consumatori di biologico”

di Alberto Guidorzi



Nella lingua francese « bobo » sta per « BOrghese BOhemien » e si dice di una persona colta, di condizione agiata, che valorizza la creatività, lo sviluppo durevole e l’uguaglianza, rifiuta la competizione e un mondo basato sul denaro. Noi in Italia li chiamiamo coloro dal pensiero “politicamente corretto”. In Francia sono il prototipo dei “consumatori di biologico” e anche in Italia li potremmo assimilare in identica maniera. Evidentemente quanto scriverò di seguito non vuole minimamente modificare il modo di pensare dei “bobo”, questi ormai sono refrattari ad ogni evidenza, se poi è scientifica meno che meno, voglio invece mettere a disposizione degli indecisi e di chi vuole farsi un’opinione motivata analizzando pro e contro di fattori obiettivi.

sabato 6 maggio 2017

Fascination of Plants Day 2017

di Agrarian Sciences 
 


Il quarto "Giorno Internazionale del Fascino delle Piante” sarà lanciato il giorno 18 Maggio 2017 sotto il coordinamento dell’EPSO, l’Organizzazione Europea delle Scienze delle Piante.